Orphan Black – Recensione 5×06

Ciao a tutti, è Sara che parla e no, purtroppo per voi non Manning ma il braccio destro dei Redheads Diaries. Faccio di nuovo irruzione nelle recensioni di Orphan Black di Veronica, che questa settimana sarà a godersi la bella Barcellona, per recensire “Manacled Slim Wrists”, episodio meraviglioso ma che visibilmente inizia a spingerci verso il series finale.
I nodi iniziano a venire al pettine e finalmente scopriamo, come sospettavamo, che Rachel non vuole soltanto usare Kira come cavia per l’apprendistato da estetista ma bensì vuole estrarle gli ovuli.
Come sempre sto parlando troppo, per questo direi direi di iniziare la nostra recensione! 

Oggi abbiamo diverse storyline di cui occuparci e direi di cominciare da un clone strepitoso che purtroppo abbiamo visto troppo poco per la sua magnificenza: Krystal. Per quanto assurda e svampita questa ragazza ci possa sembrare, è incredibile quanto riesca ad essere brillante quando vuole. Amo il fatto che riesca ad essere una TESTA VUOTA e un PICCOLO GENIO simultaneamente. È incredibile che solo lei aveva carpito il complotto tra la Dyad e l’industria di cosmetici: inizialmente tutti l’hanno presa per pazza ma alla fine si è tutto dimostrato esattamente come Krystal aveva intuito e spiegato.

 

Non credevo possibile che riuscisse a portare a termine una missione sotto copertura e invece devo ammettere che è stata piuttosto brava, in particolare quando ha davvero preso il suo spasimante a calci nelle palle, per non parlare di quando gli ha spalmato la crema sperimentale creata dalla DYAD sulla barba. Pover’uomo… è stato brutalmente torturato da Krystal!
Come si fa a non amarla?

Chiusa la parentesi “spiritosa”, abbiamo capito un’altra follia della DYAD, ovvero acquistare un’industria di cosmetici per somministrare tramite via cutanea chissà che cosa alle povere persone che la acquistavano, un altro modo per testare la terapia rigenerativa su cavie umane.
Nonostante tutta questa parentesi sia stata montata in modo spiritoso io trovo davvero brillante quest’idea e sopratutto ho AMATO la scelta di far intervenire Krystal, anche solo per dirle addio!

Passiamo a Kira e Rachel, un duo che più passa il tempo più fatico ad inquadrare a pieno.
sappiamo che la piccola Manning ha questa specie di connessione con tutti i cloni, per questo continuo a rimanere convinta che Rachel in realtà non sia il mostro che ci stanno facendo vedere, anche se vuole sottoporre una bambina all’asportazione dei suoi ovuli e fecondarli facendo nascere quelli che sarebbero poi i suoi figli.
Non so se Rachel abbia qualche piano contorto o se alla fine si rivelerà una dei buoni, ma questa tranquillità di Kira quando è con la donna che crediamo malvagia continua a darmi sensazioni positive. Spero davvero in un finale con Rachel dominante dalla parte dei buoni e P.T dalla parte dei cattivi, secondo me sarebbe meraviglioso, sopratutto se l’impostore muore…

Continua a rimanere un mistero il piano di Delphine per aiutare Cosima, non ho dubbi sulla lealtà della ragazza, ma vorrei capire cosa le gira per la testa, a cosa servono tutti questi viaggi, perché coinvolgere Felix e sopratutto perché chiedere aiuto ad Siobhan!

Terza, ultima e più avvincente storyline è quella dedicata a Cosima e P.T, che come io stessa avevo previsto sin dall’inizio (5×02 con esattezza) è un’impostore bello e buono.
Grazie alla meravigliosa Cosima la maschera del truffatore cala e tutto il mini villaggio sentendosi deluso inizia una rivolta dando alle fiamme praticamente tutto.
Abbiamo un finale dolce amaro, che amo follemente, perché se pur Cosima è riuscita a mettersi in salvo,
o così pare, purtroppo la ragazza non è riuscita a convincere Mud che in questo episodio non ne ha fatta una giusta e ne ha pagato anche le conseguenze.

Dopo che P.T le ha appeso al collo un campanaccio stile mucca, questa continua ad esserle fedele per averla salvata dalla droga, ma quando sul finale al villaggio viene mostrata la foto di che certifica tutte le menzogne dette, la povera Mud capisce di essersi schierata dalla parte sbagliata ed ora si trova completamente sola.
Il suo “amico” esperimento è stato ucciso, P.T non ha fatto che prenderla in giro per tutto questo tempo e Cosima adesso è ormai fuggita dal villaggio e probabilmente non si vedranno mai più.

Come ho detto oggi la povera ragazza non ne ha indovinata una, infatti a causa della sua titubanza, purtroppo o per fortuna, ci hanno rimesso le penne Susan Duncan, che per quanto mi riguarda era sicuramente meglio di Virginia Coady, e di conseguenza anche Ira, già spacciato a causa delle crisi.
Nonostante non dimenticherò mai la coppia più orribile di sempre – Susan e Ira che sono davvero un pugno negli occhi – ammetto che vedere Ira abbandonarsi completamente e smettere di lottare proprio alla vista di Susan è stato un colpo basso, sopratutto per la crudeltà della morte.

Bene ragazzi, anche per questa settimana è davvero tutto. Nel settimo episodio farà ritorno la regina “Big Boss” quindi non potete perderlo!
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     -Sara

Precedente Orange is The New Black: Addio al Litchfield Successivo The Originals quinta stagione: la nuova attrice per una Hope adolescente